Incidenti mortali

Incidenti dagli esiti Mortali

Quando non vi è risarcimento che possa colmare un vuoto, quando le conseguenze di un accadimento sono repentine e drammatiche, causa un decesso, come quantificare la reale entità dei danni …

Risarcimento Danni

Il danno patrimoniale consiste nella perdita, distruzione o danneggiamento di un bene appartenente al patrimonio di un soggetto, immediatamente e naturalmente valutabile in …

INCIDENTI MORTALI

L’evento lesivo alle volte è definitivo.
Si ha il decesso di una persona per legge, secondo i canoni attualmente accettati dalla medicina legale e sanciti dalla L. 29/12/1993 n.578. Norme per l’accertamento e certificazione di morte.

Art. 1 definizione di morte: la morte si identifica con la cessazione di tutte le funzioni dell’encefalo.
Solo dopo il suddetto accertamento e la relativa formale certificazione, ne derivano tutte le conseguenze, tra cui anche quella penale.

Omicidio colposo stradale lesioni colpose stradali
Individuare i danni patrimoniali conseguenti all’avvenuto decesso, ad esempio le spese funerarie, comprensive degli spostamenti dei familiari.

Un’altra tipologia di danno patrimoniale in caso di decesso sono i familiari ai quali il deceduto provvedeva mediante il suo reddito al sostentamento.
Danno patrimoniale può essere considerato anche il lavoro di casalinga che il deceduto/a svolgeva in un nucleo familiare.

Per il sistema risarcitorio, il danno da morte si distingue in due categorie, quello riguardante il decesso nell’immediato e quello che avviene in un arco temporale di tempo più distante dalla data dell’incidente stradale.
Voce di danno in caso di morte è anche la Perdita di  chances di sopravvivenza, l’oggetto del risarcimento è la naturale propensione/attitudine dell’individuo (differente per ognuno in quanto differenti per condizioni di salute, età e sesso),  alla sopravvivenza, la quale viene stroncata dalla grave lesione che lo, porta al decesso, tale danno risarcimento di danno andrà ai successori del defunto.

Danno riflesso prossimi congiunti

Prossimi congiunti o anche vittime secondarie, legittimati al risarcimento afferente al danno non patrimoniale sono: Genitori, figli, fratelli, mogli, mariti, ai quali viene riconosciuto il venir meno di un sostegno nella vita familiare, quest’ultimi non necessariamente devono coabitare cin il defunto.

Viene anche riconosciuto il danno esistenziale per il congiunto qualora la perdita abbia sconvolto la salute psichica e alterato notevolmente la possibilità di relazionarsi nel quotidiano.